24 luglio 2016

Budino al latte di cocco


Ingredienti:
500 ml latte di cocco
2 cucchiai di zucchero di canna
3 fogli di gelatina in fogli (per rendere la ricetta vegana va sostituita con agar agar)
1 cucchiaino di essenza di vaniglia (opzionale)

In un pentolino scaldare il latte di cocco con lo zucchero, senza portare a bollore, poi togliere dal fuoco ed aggiungere la gelatina e mescolare per farla sciogliere. A piacere aggiungere anche la vaniglia e lasciar raffreddare leggermente.
Versare nei bicchieri da liquore o nelle tazzine da caffé e lasciar raffreddare completamente, quindi lasciare in frigo per almeno un paio d'ore.

19 giugno 2016

Salame di cioccolato

Da un po' non riesco a trovare il tempo per fare dolci, ma mi sono convinta a farne una per la festa di fine anno scolastico. Ho scelto il salame di cioccolato perché è facile, si può fare in anticipo, ed ha sempre successo. E ammetto che stavolta ho riscosso davvero un gran successo!

Non ho utilizzato la ricetta classica di mia mamma, ma quella che ho trovato su Ricette di Gusto, eliminando solo le uova e il liquore, ed ho usato una doppia dose. La dose singola è sufficiente per un salame di dimensioni normali.


Ingredienti:
75g cacao amaro in polvere
115 g zucchero
100 g burro morbido
150 g biscotti secchi
latte q.b.
zucchero a velo per decorare

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente per almeno un'ora, oppure scioglierlo a bagnomaria o in microonde. Lavorare il burro con lo zucchero per ottenere una crema, poi aggiungere il cacao e mescolare per ottenere un composto ben liscio. Dato che non abbiamo usato le uova, aggiungere un po' di latte se il composto è tanto secco.
Spezzettare i biscotti cercando di non ridurli in polvere, quindi aggiungerli al composto mescolando con un cucchiaio di legno.
Stendere sul piano di lavoro un foglio di carta da forno e versare sopra il composto, quindi dargli la forma allungata di un salame. Versare un po' di zucchero a velo e rotolare il salame per cospargerlo completamente, quindi avvolgere la carta da forno sul salame e chiuderla arrotolando le estremità. Lasciare in congelatore per almeno 4 ore, quindi lasciare a temperatura ambiente per una ventina di minuti prima di tagliare a fette e servire. Se ne avanza, avvolgetelo di nuovo nella carta e conservatelo in congelatore.
In alternativa allo zucchero a velo, si possono tritare finemente un po' di biscotti e cospargere il salame.

13 marzo 2016

Cannoli di cous cous

Quando sto male (e capita di rado, sia chiaro!) il Marito si sbizzarrisce in cucina, e capita che trovi l'ispirazione per piatti incredibili. Mentre cucina continua a ribadire "non ti abituare" e "vedi di non star male apposta" e via dicendo, però dato che il risultato è più che ottimo, come posso lamentarmi?

Ieri pomeriggio è andato al supermercato per comprare un galletto da fare arrosto, ed invece è tornato a casa con una confezione di pancetta e una di olive taggiasche. Indossato il suo grembiule da Masterchef (preso con i punti da Conad) si è messo all'opera, e in breve tempo ne è uscito con questi cannoli molto saporiti. Per fare i cannoli, dato che non abbiamo gli stampini apposta, ha utilizzato il pestello in legno del mortaio (che usiamo in estate per il mojito), ma potrebbe bastare anche un mattarello di legno. Cerco di riassumere le dosi e i procedimenti, da quanto posso aver spiato dal divano.


Ingredienti per ottenere circa una ventina di cannoli, adatti come antipasto per 5/6 persone
1 cucchiaio di formaggio grana per ogni cannolo (io uso il formaggio già grattugiato, ed in questo caso è molto comodo per fare bene le dosi)
200 g cous cous precotto
100 g pancetta affumicata a cubetti
50 g olive taggiasche sott'olio
1 cucchiaino di curry
frutti del cappero come decorazione

Far bollire 200 ml di acqua con il curry, quindi versarla sul cous cous e lasciarlo assorbire per qualche minuto. Nel frattempo rosolare la pancetta in una padella antiaderente, fino a dorarla.
Sgranare il cous cous con una forchetta, versarlo nella padella con la pancetta e aggiungere anche le olive scolate, mescolare per un minuto, quindi togliere dal fuoco.
Scaldare un padellino antiaderente, versarci un cucchiaio di formaggio in uno strato uniforme, e farlo sciogliere, quindi togliere con attenzione la cialda dal padellino e arrotolarla sullo stampino da cannolo (oppure qualcosa di simile, come ho scritto all'inizio) e lasciarla raffreddare un attimo per farla solidificare. Continuare fino a realizzare tutti i cannoli necessari, quindi farcirli con un cucchiaio o poco più di cous cous e decorare con un frutto di cappero alle due estremità.

Chiaro che tutti gli ingredienti sono molto saporiti e soprattutto salati, per questo lo propongo come antipasto. Probabilmente sostituendo la pancetta con il prosciutto cotto e le olive taggiasche con i funghi trifolati sott'olio si otterrebbe un gusto più classico, magari sostituendo il curry con il dado in polvere. Cosa ve ne sembra?

31 gennaio 2016

Torta di mele

Ho deciso di fare un dolce con la Bimba, e così ho ritrovato nel blog una ricetta del 2010 e l'ho realizzata con il suo aiuto. Le è piaciuto molto versare i vari ingredienti nella ciotola (e un po' di zucchero sul piano e sul pavimento), ma anche azionare il frullatore elettrico e versare l'impasto nello stampo per infornarlo. Esperienza da ripetere!


La ricetta si trova già nel mio blog, ma la pubblico di nuovo per rinfrescarla e per condividere con voi qualche piccola modifica.



Ingredienti:
150 g farina integrale
50 g farina 0 (o 00)
150 g zucchero di canna
150 g burro fuso
3 uova
3 mele
il succo di un limone
un pizzico di sale
1 bustina di lievito
1/2 bicchiere di latte (nel mio caso, latte vegetale)

Scaldare il forno a 180°, e preparare una teglia rotonda del diametro di 26 cm. Sbucciare le mele e tagliarne una in 8 spicchi per la decorazione, le altre a pezzetti, quindi coprirle tutte di succo di limone.
In una ciotola capiente sbattere le uova con lo zucchero, quindi aggiungere il burro fuso, le farine setacciate con il lievito e un pizzico di sale. Aggiungere poco per volta anche il latte, per ottenere un composto cremoso. Mescolare per ultimi i pezzetti di mela, leggermente scolati.
Versare nella teglia l'impasto, livellare e decorare con gli spicchi di mela, quindi cospargere la superficie con poco zucchero di canna e infornare per 40 minuti a 180°

27 gennaio 2016

Curry di verdure

Esotica, saporita, piccante al punto giusto, e con pochi grassi, questa ricetta ha raccolto tanti complimenti da convincermi a pubblicarla. La consiglio innanzitutto a mia sorella, che ha una particolare predilizione per le verdure, e poi in ordine sparso a tutti quelli che vorranno leggerla.

Ho strappato questa ricetta da un vecchio numero di Cucina No Problem e l'avevo tenuto da parte (nel mio Pinterest non virtuale) per una cena leggera. Idea azzeccata. Chiaramente mi sono solo vagamente ispirata, ma tanto basta. La prossima volta taglio anche le carote a dadini invece che a bastoncini, su suggerimento del Marito, così da ottenere una ratatoiulle all'indiana, praticamente fusion!



Ingredienti (la ricetta prevedeva queste dosi per 4 persone, noi ci abbiamo mangiato in 2 e mezza, chiaramente se è un piatto unico per 4 non basta!):
200 g riso basmati
1 melanzana lunga piccola
2 patate piccole
2 carote
200 piselli (surgelati)
2 scalogni (o una cipolla piccola)
curry in polvere
brodo vegetale (circa 200 ml)
olio

Per prima cosa si puliscono le verdure e si tagliano a dadini di dimensioni simili. Scottare le patate per 3-4 minuti in microonte. Scottare anche i piselli per 2 minuti in microonde.
In un pentolino a parte scaldare il brodo vegetale (o prepararlo con mezzo dado), in un altro far bollire l'acqua per cuocere il riso.
Scaldare in una padella ampia un cucchiaio d'olio (la ricetta non ne prevedeva neanche un po', quindi non lamentatevi) e mezzo cucchiaino di curry, tanto per insaporirlo. Aggiungere lo scalogno, lasciarlo soffriggere un attimo, quindi versare poco brodo e far cuocere mescolando per qualche minuto. Aggiungere le altre verdure un tipo alla volta, nell'ordine: patate, carote, melanzane, e infine piselli, avendo cura di spolverare di curry, bagnare con il brodo e mescolare ogni volta prima di passare alla verdura successiva. Cuocere, aggiungendo un altro po' di brodo se necessario, finché tutte le verdure sono cotte, ma non si spappolano. Alla fine regolare di sale (io non ne ho aggiunto).
Cuocere il riso basmati, poi scolarlo e dividerlo sui piatti. Versare il curry sopra il riso e gustarlo!

24 gennaio 2016

Chocolate chip cookies

Inverno, domenica a casa, cosa c'è di meglio che preparare un dolce? Ho fatto un giro su Pinterest per controllare la mia bacheca "Buone idee", dove parcheggio tutte le buone ricette che prima o poi farò, e ho trovato i cookies americani sul sito Cibo Americano. Ho letto i commenti e ho visto che il blogger consigliava di dosare lo zucchero a seconda del gusto, quindi ne ho dimezzato la quantità e ho anche diminuito le gocce di cioccolato, perché di più non ne avevo, e quella che vi presento è la mia versione, che è stata molto apprezzata dalla mia famiglia!



Ingredienti:
260g farina
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/2 cucchiaino di sale
170g burro morbido
120g zucchero di canna
50g zucchero bianco
1 cucchiaino di estratto di vanilla
1 uovo intero + 1 tuorlo
200 g gocce di cioccolato fondente

In una ciotola mescolare con la frusta elettrica il burro e i due zuccheri. Quando si è ottenuta una bella crema aggiungere l'estratto di vaniglia, l'uovo e il tuorlo e mescolare ancora.
A parte mescolare la farina con il bicarbonato e il sale, e aggiungerlo all'impasto, lavorando per amalgamare bene. Infine aggiungere le gocce di cioccolato e mescolare con un cucchiaio di legno o una spatola di silicone.
Lasciar riposare in frigo almeno 20 minuti. Nel frattempo accendere il forno a 170° e preparare due teglie rivestite di carta da forno.
Usare due cucchiaini (o le mani) per formare delle palline e disporle piuttosto distanziate sulla teglia. Non schiacciarle perché basterà la cottura ad ottenere la classica forma del biscotto.
Far cuocere per 15 minuti a forno ventilato, a me è servito qualche minuto in più, devono diventare belli dorati ma morbidi al tatto. Farli raffreddare o almeno intiepidire prima di assaggiarli.

14 dicembre 2015

Biscotti al cacao farciti con marzapane

Non starò a giustificarmi per tutto il tempo che ho passato distante dal mio blog. Ce ne sarebbero di motivazioni, dalla sfiducia nei confronti del mondo virtuale al primo anno di asilo (pardon, scuola dell'infanzia) della Bimba, per non parlare del tempo che non c'è mai.

Ma finalmente sabato è arrivato il terzo compleanno della Bimba, e ho "dovuto" preparare qualcosa per la festa. La Torta (con la T maiuscola) è di un amico che ha una pasticceria a Olmi (Dolci e Caffé da Rudy) ma il resto del buffet era fatto in casa. Mia mamma ha realizzato le palline di datteri al cacao con una ricetta che ho già pubblicato, e due crostate con la marmellata mentre io ho fatto delle bruschettine con la crema al cioccolato usando il pane integrale fatto con la macchina del pane e la mia simil-nutella e dei biscottini farciti al marzapane che pensavo avrebbero fatto il sold-out da quanto erano buoni, ma mi sbagliavo (per mia fortuna, visto che non li avevo ancora fotografati!). Infine mio marito ha fatto un ottimo hummus, di cui non ho mai pubblicato la ricetta perché è poco fotogenico, accompagnato con le carote.

La ricetta dei biscotti al cacao farciti con il marzapane arriva dal calendario Paneangeli 2015, pagina di dicembre, e si chiama Biscotti di Natale.



Ingredienti (per una trentina di biscotti)
400g farina bianca
50 g cacao amaro
175 g zucchero di canna
1 fialetta aroma arancia
un pizzico di sale
2 uova
200 g burro
1 cucchiaino lievito
250 g marzapane già pronto

Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia, quindi aggiungere le uova e l'aroma. Setacciare insieme la farina, il cacao e il lievito, quindi aggiungerli a cucchiaiate al composto di burro, continuando ad impastare, e terminare di impastare con le mani. Formare una palla e metterla a riposare in frigo per almeno un'ora.
Accendere il forno a  180°. Stendere la pasta sul piano del tavolo ad uno spessore di mezzo centimetro, ricavare i biscotti con una formina e disporli un po' distanziati su una teglia coperta di carta da forno. Stendere il marzapane molto sottile tra due fogli di pellicola trasparente, ritagliarlo con la stessa formina e posizionarlo sopra ad un biscotto al cacao, quindi coprire con un altro biscotto. Continuare fino ad esaurimento della pasta.
Infornare a 180° per 14 minuti, quindi far raffreddare su una gratella.

16 agosto 2015

Gazpacho

Non sapevo cosa fare per cena, e passando nel reparto etnico del supermercato ho visto un gazpacho in tetrapack, pronto da mangiare. Purtroppo conteneva aglio, e nella mia casa l'aglio non può entrare, quindi ho cercato in tempo reale la ricetta del gazpacho, in modo da capire quando difficile potesse essere prepararlo in casa. Ho trovato una ricetta su LeiWeb, sembrava davvero semplice, nonché veloce, e allora ho comprato le verdure necessarie e via a casa!



Ingredienti per 3 persone:
500 g pomodori maturi
7-8 pomodori ciliegini (facoltativi, li ho scelti per il gusto più intenso)
1 peperone rosso
1 cucchiaio di aceto di mele (o aceto bianco)olio piccante (o olio normale)
Pane tostato

Ho dimenticato di mettere un cetriolo e il pane raffermo, e ho eliminato l'aglio per il Marito, ma è venuta molto buona lo stesso.

Pulire le verdure e frullarle, poi aggiungere l'aceto e mettere in frigo a raffreddare. Servire freddo con i crostini e un filo di olio.

25 luglio 2015

Torta salata alle zucchine

Capisco che con le temperature di questi giorni non si vorrebbe accendere il forno, ma se il risultato è una torta salata buona subito e ancora meglio fredda il giorno dopo, io sopporto il sacrificio!

Questa torta salata parte da una base per brisee già stesa, di quelle che si trovano nel banco frigo, perché non ho ancora avuto tempo di sperimentare la ricetta di mia mamma (e diciamocela tutta, anche per far presto). Per il ripieno ho seguito dosi rigorosamente a caso quindi mi viene un po' difficile compilare gli ingredienti, ma farò del mio meglio perché ne vale la pena.



Ingredienti
1 confezione di pasta brisee già stesa
6-7 zucchine medie
1 provola affumicata
200 g formaggio tipo Pizzottella
4 uova (io ne ho messe 5 ma era troppo)
Sale, pepe, olio, pangrattato

Tagliare a cubetti le zucchine e i formaggi. In una padella scaldare un po' d'olio, aggiungere le zucchine e coprire con un coperchio. Cuocerle per bene facendole saltare in padella finché sono morbide, condendo a piacere con sale e pepe (anche l'aglio ci starebbe ma io non posso).
Nel frattempo accendere il forno a 180 gradi.
Aprire la confezione di pasta brisee e srotolarla su uno stampo da crostata. Versare un po' di pangrattato, distribuirlo sulla superficie con le mani e recuperare quello in eccesso.
Versare in una ciotola le uova, condirle con un po' di sale e pepe e sbatterle con una forchetta con a fare una frittata.
Versare sulla pasta le zucchine cotte, quindi distribuire i formaggi e infine le uova. Cuocere per 30-35 minuti.
Si può servire subito calda da forno, ma è perfetta anche fredda, magari per un picnic.

5 luglio 2015

Pane brioche alla banana

Vi presento una nuova ricetta per il pane alla banana. Questa volta ho scelto la ricetta di un pane brioche al miele dal blog Le Torte di Michy, e ho sostituito le uova con le banane per ottenere il risultato che volevo. Il pane è molto morbido, un po' dolce e leggermente fruttato, perfetto da tostare con un po' di cioccolata o marmellata per la colazione.

E con queste temperature torride, non posso che essere super soddisfatta della mia macchina del pane! Volete mettere la soddisfazione di mangiare pane appena sfornato senza il bisogno di accendere il forno? Io imposto la macchina del pane alla sera, in modo che parta durante la notte, e al mattino ho il pane pronto da affettare. Vi serve ancora una scusa per provarla?


Ingredienti:
2 banane
120 ml latte
4 cucchiai di miele
50 g burro a pezzetti
300 g farina manitoba
150 g farina integrale
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito di birra essiccato

Versare gli ingredienti nella macchina del pane seguendo l'ordine indicato, quindi avviare il programma pane dolce con doratura media e peso 750 g. Al termine della cottura far raffreddare su una gratella.

27 giugno 2015

Lime Cheesecake

Ero in palestra e ho deciso che volevo fare una cheesecake. Stavo pensando ad un gusto non proprio classico e ho deciso che l'avrei fatta al lime. Ho trovato la ricetta su AllRecipes Uk ed è una cheesecake cotta. Io adoro le cheesecake senza cottura perché sono molto veloci da realizzare, però questa ricetta mi ispirava tanto e il risultato è stato veramente buono.


Ingredienti:
125 g biscotti sbriciolati
85 g burro fuso
600 g formaggio cremoso (tipo Philadelphia)
200 g zucchero
1 cucchiaio di frumina
3 uova
1 cucchiaio di scorza grattugiata di lime
160 ml succo di lime (circa 6/7 lime)

Riscaldare il forno a 150°. Mescolare i biscotti sbriciolati con il burro fuso, quindi versare il composto sulla base della tortiera (ricoperta con carta da forno) e premerlo con il dorso di un cucchiaio fino a distribuirlo in modo uniforme e compattarlo. Mettere in frigo.
In una ciotola capiente versare il formaggio, lo zucchero, la scorza di lime e la frumina, e mescolare con il mixer fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. Aggiungere un uovo alla volta, mescolando solo fino a rendere liscio il composto. Aggiungere il succo di lime con il mixer alla minima velocità. Finire di mescolare a mano, perché esagerando con il mixer aumenta la possibilità che la cheesecake si crepi durante la cottura.
Versare la crema di formaggio al lime sopra la base di biscotti e infornare a 150° per 55-65 minuti, finché la crema sarà solidificata. Il consiglio è di mettere una teglia bassa (tipo da crostate) piena d'acqua nel ripiano del forno sotto la cheesecake, così la cheesecake non si dovrebbe crepare più di tanto.
Spegnere il forno e lasciare la cheesecake all'interno per mezz'ora con la porta del forno aperta di qualche centimetro (io ho infilato un cucchiaio di legno nell'apertura). Lasciare in frigo tutta la notte prima di servirla.

14 maggio 2015

Bruschetta con il Pestato Barilla

Mi sono recentemente iscritta a The Insiders, un sito dove si può diventare tester di prodotti nuovi. Io ho avuto la fortuna di essere scelta per testare i Pestati Barilla e ho ricevuto 6 confezioni di sugo per la pasta di 3 gusti diversi.
Letti gli ingredienti del Pestato ai Pomodori Secchi mi è venuta in mente una bruschetta perfetta per l'aperitivo.


Ingredienti:
pane di segale a fette
Pestato ai Pomodori Secchi
olive nere tostate
mandorle

Tostare il pane nel tostapane o nel forno già caldo. Spalmare il Pestato in uno strato uniforme e non troppo sottile (difficile sbagliare, visto che il sugo ha una consistenza bella corposa). Tagliare le olive a pezzetti e distribuirle sopra il sugo, quindi grattugiare le mandorle come se fosse formaggio grattugiato.
Ho scelto le mandorle non solo perché volevo che la bruschetta fosse vegana, ma anche perché il formaggio avrebbe aggiunto ancora più sale alla bruschetta, che già di per sè è piuttosto sapida.
Per lo stesso motivo consiglio di usare un pane sciapo, tipo il toscano. Io ho fatto un pane di segale con la macchina del pane ed era perfetto per lo scopo.

5 aprile 2015

Mini focaccia dolce (fugassa)

Per il pranzo di Pasqua ho preparato queste mini focacce, in aggiunta alla classica colomba. 
Per la ricetta ho scelto un pan brioche molto semplice che avevo trovato su internet appena comprata la macchina del pane, poi l'ho cotta negli stampini dei muffin.



Ingredienti:
120 ml latte
100 g burro
1 uovo
100 g zucchero
300 g farina manitoba
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
1/2 bustina di lievito secco

Per decorare:
Latte e granella di zucchero quanto basta


Versare gli ingredienti nella macchina del pane in ordine ed avviare il programma impasto. Intanto accendere il forno a 50° e mettere i pirottini negli stampi da muffin.
Quando la macchina ha terminato di impastare, e prima che inizi la fase di lievitazione, togliere la pasta dalla macchina e suddividerla negli stampi da muffin, facendo attenzione a non riempirli troppo. Spegnere il forno e mettere gli stampi a lievitare nel forno tiepido per 1 ora.
Togliere gli stampi dal forno e riscaldarlo a 180°. Spennellare la superficie delle focacce con un po' di latte e cospargerle di granella di zucchero. Quando il forno è caldo infornare e cuocere per 20 minuti.
Lasciar raffreddare prima di servire.


13 marzo 2015

Pan brioche al cioccolato

Altra ricetta direttamente dal giornale WeVeg, semplicemente adattata alla macchina del pane. Il pan brioche non contiene nè uova nè burro, solo un po' di olio e latte (vegetale), perfetto per chi ci tiene alla linea. E se si scelgono gocce di cioccolato di alta qualità, non serve rinunciarci!


Ingredienti:
30 g olio di riso (non ne avevo e ho usato il semplice olio di semi)
180 ml latte di soia (ho usato latte di avena)
200 g farina manitoba
150 g farina 00
50 g zucchero di canna
5 g lievito secco per pane
1 pizzico di sale
120 g gocce di cioccolato fondente

Versare nella macchina del pane tutti gli ingredienti nell'ordine, tranne le gocce di cioccolato. Avviare il programma pane bianco, piccolo, crosta media, poi aggiungere le gocce di cioccolato al bip della macchina. Raffreddare su una gratella al termine della cottura.

9 marzo 2015

Ketchup

Questa è la mia nuova sfida, ed è piaciuto molto: il ketchup fatto in casa. Avevo trovato già la ricetta online, e un po' mi spaventava perché sembrava complicata, ma poi ho trovato una ricetta molto più semplice sul giornale Weveg e l'ho provata. Super!

Il giornale l'ha scoperto mia mamma, sembra una rivista nuova ma ha molte ricette interessanti e insolite: molte sono già finite nella mia lista delle cose da fare.



Ingredienti (le dosi sono indicative):
400 g passata di pomodoro (io avevo i pezzettoni e li ho frullati con il frullatore a immersione)
3 cucchiaini zucchero di canna
2 cucchiai aceto di mele
1/2 cucchiaino di sale

Versare la passata in una pentola con lo zucchero di canna e l'aceto di mele e il sale. Portare ad ebollizione e lasciar addensare, mescolando, per circa 10 minuti (a me si è dimezzata la quantità). Nel frattempo assaggiare la salsa per capire se è ben bilanciata tra il dolce dello zucchero, l'agro dell'aceto e il sapido del sale. Io ho aggiunto un po' di tutto prima di trovare il giusto equlibrio.

Quando la salsa si è ristretta versare in una ciotola (consiglio un barattolo di vetro per le conserve, ben sterilizzato, con il suo tappo) e far raffreddare a temperatura ambiente, prima di conservare in frigo. Credo che l'aceto possa conservare il ketchup, ma ho intenzione di finirlo prima di rischiare che faccia muffa!

7 marzo 2015

Crema di nocciole al cioccolato

La mia famiglia è molto golosa di Nutella. Ci sono stati periodi in cui facevo scorta di barattoli non appena li vedevo in offerta, perché sapevo che non sarebbero rimasti in dispensa molto a lungo. Ora ne consumiamo molta meno, ma sono lo stesso preoccupata, perché la Bimba è ancora piccola e temo che possa essere pericolosa per la sua salute, perché i primi due ingredienti (che significa la maggiore quantità) sono lo zucchero e l'olio di palma, e nessuno dei due è un toccasana.

Ecco quindi che, su consiglio di mia mamma, ho provato a cercare un'altra ricetta per la nostra crema di nocciole preferita. Fortunatamente in internet si trovano infinite ricette, e ho provato quella che ho trovato nel blog Briciole di Clo, che è un sito vegano che ho scoperto da poco.

La ricetta è molto semplice, ma non sono riuscita a trovare la farina di nocciole, così ho dovuto accontentarmi di tritare le nocciole con il mio tritatutto, e il risultato è stato parecchio granuloso. Ciononostante, sia il Marito che la Bimba hanno grandemente apprezzato la crema, anzi il Marito ha dichiarato che è ancora più buona dell'originale! Il suo giudizio era quello che temevo di più, quindi mi considero soddisfatta.

Ah quasi dimenticavo: dato che tra poco sarà Pasqua, questa ricetta è l'ideale per consumare il cioccolato delle uova! Io di solito compro un uovo molto grande e poi congelo il cioccolato per usarlo tutto l'anno, ma credo che venga bene anche con il cioccolato al latte, o un mix di entrambi.



Ingredienti:
100 g farina di nocciole
200 g cioccolato fondente
150 g zucchero di canna
150 g latte vegetale (ma i non vegani potranno usare anche altro latte; io ho usato quello di riso)


Versare tutto in un pentolino capiente, far sciogliere il cioccolato mescolando e poi lasciar addensare per circa 10 minuti, sempre continuando a mescolare. La crema sarà ancora liquida, solidificherà raffreddandosi. Consiglio di versarla ancora tiepida in un vasetto da marmellata (o nel vasetto della Nutella svuotato e lavato) e conservarla in frigo.

4 marzo 2015

Pane dolce allo yogurt

Con la mia fidata macchina del pane amo preparare il pane per la prima colazione, e a volte provo nuove ricette. Ultimamente mi sono affezionata a due tipi di farine già pronte per fare il pane, una di Le Farine Magiche (con farina di farro) e l'altra di Conad (con cereali e semi), ma sentivo la mancanza di una ricetta dolce, perciò ho recuperato il mio libro "Macchina del Pane" e ho trovato un pane al limone con noci di macadamia. Noci di macadamia non ne avevo (le ultime che ho comprato sono finite molto velocemente) e non avevo nemmeno yogurt al limone, ma sostituendolo con lo yogurt alla vaniglia ho ottenuto comunque un buon pane dolce.



Ingredienti:
1 uovo
125 ml yogurt
60 ml latte
375 g farina manitoba
3 cucchiai zucchero
1/2 cucchiaino di sale
25 g burro
1 cucchiaino di lievito secco
estratto secco di vaniglia (facoltativo)

Versare gli ingredienti nella macchina del pane nell'ordine indicato. Impostare la macchina del pane su pane bianco e crosta media, dimensioni 500g.
Il pane si taglia bene a fette e si conserva per più di una settimana in frigo.

3 marzo 2015

Biscotti alla banana

Ho scelto questi biscotti per la merenda della Bimba, che sta crescendo ed è ovviamente molto attirata dai biscotti industriali, con le loro belle confezioni colorate, ma pieni di conservanti e grassi non proprio salutari. Io rimedio così, ho fatto i biscotti della sua forma preferita, la stella, e lei li adora!

Ho trovato la ricetta sul blog di Green me, dove trovo sempre ricette interessanti vegane e vegetariane.



Ingredienti:
400 g farina (a scelta libera, io ho usato quella integrale perché mi piace di più)
130 g zucchero di canna
50 ml olio di mais (nella ricetta originale era quello di olio evo delicato, ma io uso solo olio forte, quindi ho preferito usare quello di semi)
1 grossa banana matura (o una e mezza di quelle normali)
1 cucchiaino di bicarbonato
100 ml acqua (ne consiglio meno, soprattutto se si usa la farina integrale come ho fatto io)

Schiacciare la banana con una forchetta. Fare una fontana con la farina e versare al centro tutti gli ingredienti, quindi impastare con le mani fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo, quindi fare una palla, coprirla con un canovaccio pulito e lasciarla in frigo per mezz'ora.
Scaldare il forno a 180° e stendere un foglio di carta da forno su una teglia. Stendere l'impasto ad uno spessore di 5 mm e ricavare i biscotti con un tagliabiscotti della forma desiderata. Adagiare i biscotti sulla teglia e cuocere a 180° per 15-20 minuti, a seconda della dimensione dei biscotti. Quando si saranno gonfiati e dorati si possono far raffreddare.

14 febbraio 2015

Castagnole al forno

Ogni anno, in questo periodo, io sono divisa tra l'amore per i dolci tipici del Carnevale e l'odio per la friggitrice. So che è facile trovare in vendita crostoli, frittelle e castagnole, ma mi manca la soddisfazione di prepararli in casa. Quest'anno mia mamma ha fatto i crostoli (o chiacchiere) al forno, e io ho provato con le castagnole, seguendo una ricetta che ho trovato sul numero di febbraio di "Curarsi Mangiando". Si tratta di una ricetta leggera, senza burro né uova, e prevede la frittura, ma in un riquadrino c'è scritto come cuocere le castagnole al forno.

Il Marito, che adora le castagnole, ha molto apprezzato questa versione, anzi mi ha rimproverata per averle fatte così buone mentre siamo in dieta. Glielo dico che sono light?



Ingredienti:
450 g farina integrale
150 g zucchero di canna
2 cucchiai di fecola
1 bustina di lievito
1/2 tazzina di rum (facoltativa, io non l'ho messa)
Aroma limone
Latte di soia quanto basta (io ho usato quello di avena, ma andrà bene qualsiasi latte vegetale o animale)

Versare gli ingredienti in una ciotola e mescolarli con le mani. Aggiungere il latte di soia poco per volta finché non si otterrà una pasta malleabile. Suddividere la pasta in tante palline e disporle su una teglia ricoperta di carta da forno. Io ho lasciato le palline in frigo per un'ora, ma si può saltare questo passaggio.
Scaldare il forno a 190° e cuocere finché le castagnole non saranno ben dorate (questo dipende dalle dimensioni delle palline). Lasciar raffreddare, poi cospargere di zucchero a velo.

31 dicembre 2014

Meringhe al microonde

Adoro le meringhe che si trovano in vendita, ma ho sempre saputo che con il forno di casa non si può ottenere lo stesso risultato. Beh, con il forno forse no, ma con un altro insospettabile elettrodomestico sì. Il Marito ha trovato un video in internet che mi ha completamente meravigliata: meringhe meravigliose, cotte in microonde per pochi minuti. Ho trovato la ricetta su Mumsnet, l'ho seguita pari pari e il risultato è stato eccezionale, paragonabile alle meringhe comprate.


Ingredienti:
300 g zucchero a velo
1 albume
qualche goccia di aroma vaniglia

Versare l'albume sullo zucchero a velo, e mescolare, prima con una forchetta e poi con le mani, fino ad ottenere un impasto modellabile. Prendere una piccola quantità dell'impasto e formare una pallina, quindi metterne 4 su un piatto adatto al microonde coperto di carta da forno. Le palline dovranno essere molto distanti, perché cresceranno del triplo o del quadruplo cuocendo!
Mettere il piatto nel microonde alla massima potenza per 2 minuti, quindi staccare le meringhe dalla carta e lasciarle raffreddare. L'interno è molto caldo. Continuare fino ad esaurimento dell'impasto.